convegno sul cyberbullismo

Convegno di Grafologia 7 luglio 2018

Elogio della Costituzione On.le Flick Consiglio Nazionale Forense

A Roma, in data 15 marzo 2018, presso il Consiglio Nazionale Forense si è tenuto un convegno dal titolo: Elogio della Costituzione Forense.

Il convegno trasmesso in streaming, dal sito del'istituzione forense, ha preso spunto dal libro dell'Onorevole Giovanni Maria Flick ed ha trattato i temi costiituzionali, della "democrazia fondata sul lavoro art 1 della Costituzione Italiana", del "concetto della Persona Umana", "elogio della dignità umana".

Ha commemorato Aldo Moro citando una sua parafrasi "meglio convincere che vincere.."

Il Presidente in carica del Consiglio Nazionale Forense ha moderato l'incontro conducendo i relatori a meditare sulla crisi della Legge e del ruolo giurisprudenziale, nonchè sull garanzia del ruolo di imparzialità dei diversi poteri previsti dalla Costituzione

FESTA DELLA DONNA 8 marzo 2018

8. Giu, 2018

cyberbullismo

Interessante convegno tenutosi nella sede della Fondazione Forense di Monza.
Relatori: Dr. Ferdinando Ditaranto della Procura di Monza; Dr.ssa Cecilia Pirrone psicoterapeuta sistemico famigliare; Avv. Claudia Galimberti moderatrice Ordine Avvocati Monza Consigliere Membro del Comitato Pari Opportunità; avv. Francesco Montesano rapporti scuola lavoro

8. Mar, 2018

FESTA DELLA DONNA 2018

IL COMITATO PARI OPPORTUNITA' FESTEGGIA IL GIORNO DEDICATO ALLA DONNA CON UN CONVEGNO DAL TITOLO" LA DONNA AVVOCATO: SPUNTI E RIFLESSIONI AUDIOVISIVI - PRESSO LA SEDE DELLA FONDAZIONE FORENSE IN V. MANTEGAZZA A MONZA
SALUTI DALLA PRESDENTE AVV. CHARLOTTE BIFFI
MODERATRICE DELL'INCONTRO AVV. CLAUDIA GALIMBERTI
REGISTA DR. ANDREA VALAGUSSA
PSICOTERAPEUTA DR.SSA LAURA TRESOLDI

Notizie dello studio

Lo studio è situato in via Gerardo dei Tintori 16 a Monza-in pieno centro storico- in una dimora posta accanto all'ospedale di San Gerardino risalente al 1100  ed in vista del ponticello omonimo del 1715 che collega la strada al Tribunale Civile e Penale attraversando il fiume Lambro.

L'Avvocato Claudia Galimberti riceve  su appuntamento chiamando il numero 3384839702, oppure inviando una mail: galimbertiavv@gmail.com    per consentire al cliente di spiegare  brevemente la propria problematica e per un successivo migliore ascolto nel proprio studio.

L'Avvocato Claudia Galimberti è  rintracciabile anche sul sito dell'Ordine degli Avvocati del Tribunale di Monza N. 846 www.ordineavvocatimonza.it

 

Notizie storiche della città

Il Ponte di San Gerardo del 1715 è uno dei tanti ponti che collegano il centro oltrepassando il fiume Lambro : è detto di San Gerardo perchè è posto di fronte al bellissimo edificio risalente al 1100 e riferibile all'istituzione ospedaliera creata da Gerardo dei Tintori nella stessa epoca.

La storia racconta che Gerardo dei tintori un benestante figlio di produttori di stoffe, viene illuminato dalla compassione per i malati in giovane età.

Il mercante si inventa un ospedale tenuto da cittadini laici, prima istituzione Italiana ed Europea e vista l'epoca ..mondiale, ad istituire un ricovero per malati che non fosse di spettanza esclusiva del clero.

Di converso il Capitolo del Duomo, favorevole all'opera di Gerardo, appartenente ad una famiglia di benefattori della Chiesa, si impegna per far riconoscere all'ospedale una rendita dal Vaticano.

I malati non erano comunque tutti poveri per cui Gerardo potè ben usufruire dei lasciti di quelli più abbienti per finanziare le cure agli indigenti.

La leggenda narra che stese il suo mantello rosso porpora sul fiume,durante un'alluvione,(secoli prima della della costruzione del ponticello) e che trasbordò i malati nel proprio palazzo, posto nelle immediate vicinananze........ 

La santità venne acclamata quando si sparse la notizia che il brav'uomo, solito passare in preghiera la notte nel Duomo della città entrasse ed uscisse dalla cattedrale senza le chiavi.......

 San Gerardo viene festeggiato la prima settimana di giugno e la sua statua viene posata nel fiume vicino al ponticello con un cestino di ciliege ed il mantello emerito....( le foto dello studio sono  relative alla zona ed  al ponte descritto)

NEWS Mediazione famigliare

23. Ott, 2018

Mediazione famigliare

Si evidenzia il caso di due genitori, non sposati, con figli.
La coppia ormai separatasi da diversi anni riscontra una difficoltà grave nella sua relazione .
La mancanza di relazione comunicativa si riverbera sulla prole che risulta portatrice di disabilità gravi.
Il consiglio primario è che la coppia si rivolga ad un istituto di mediazione famigliare per maturare un rapporto cristallizzato nella fase adolescenziale che non consente di addivenire ad una stabilità famigliare, pur disgiunta, così da permettere ai figli di trovare una dimensione normale dell'esistenza.
Davanti al rifiuto netto della madre di partecipare a sedute di mediazione famigliare, lo studio ha rimesso il mandato.

28. Giu, 2018

mantenimento dei minori

la cliente, madre di due minori, non ha mai percepito alcunchè dal compagno, padre delle figlie.
il nostro studio ha iniziato il recupero delle somme dovute, azionando la sentenza del tribunale dei minori di milano contestualmente all'atto di precetto.
al secondo pignoramento l'ufficiale giudiziario ha rinvenuto mobili e suppellettili presso la residenza del nonno paterno, residenza anche paterna, esito non congruo a coprire l'ingente somma richiesta
lo studio perseguirà in ogni modo il padre e la sua eredità, apponendo un'ipoteca legale sui beni ereditari. la cifra ipotecaria sarà calcolata fino al 21 esimo anno della figlia più piccola, comprendendo mantenimento e importi di studio e spese portate dalla sentenza citata.

28. Giu, 2018

prestito di denaro

Il nostro assistito sosteneva di avere prestato una cospicua somma di denaro ad un conoscente, conservando copia dei bonifici bancari senza causale del versamento.
Il nostro studio legale ha inviato una RR reclamando la cifra, oltre interessi di mora e spese legale, che hanno aumentato il capitale.
Il debitore rispondeva via mail, con tono enfatico e drammatico, non solo ha ammesso di dovere delle somme e la cifra esatta....inventando di sana pianta il motivo per cui erano state date.
Sulla base della documentazione bancaria, nonchè del riconoscimento di debito inviato al nostro studio, intraprenderemo la via giudiziaria più opportuna per la difesa del nostro cliente.

14. Giu, 2018

divisione ereditaria

la nostra assistita richiede la divisione ereditaria di un bene ereditato, da una parente defunta, al 50% col fratello, nonchè la divisione di un altro bene ereditato dai genitori.
La consulenza notarile di cui si avvale il nostro studio, nonchè la professionalità con cui è stata gestita la vicenda in via conciliativa(obbligo di mediazione in cause di successione) ha consentito la risoluzione della vertenza tramite un atto di divisione ereditaria, senza richiedere al Giudice la pronuncia.

6. Feb, 2018

Divorzio estero

Il nostro assistito lamentava l'impossibilità di addivenire al divorzio in Italia, pur essendosi separato da circa 15 mesi.
Il matrimonio era stato contratto in europa con cittadina extracomunitaria, che aveva in affidamento un figlio e che risiede a tutt'oggi in Europa.
Inoltre, la moglie necessitava dello scioglimento del vincolo per poter ottenere i documenti di espatrio.
La legge italiana richiedeva la presenza della moglie per poter ottenere la sentenza di divorzio ed in ogni caso la traduzione asseverata della documentazione richiesta dalla stessa presso la corte giurisdizionale del paese di residenza.
Il nostro studio legale ha consigliato al nostro assistito di recarsi nel paese di residenza della moglie e di sciogliere il vincolo poi tornare in Italia e omologarlo, senza questioni di litispendenza internazionale altresì sollevate dalla giursidizione del nostro "difficile" paese.

9. Nov, 2017

accertamento di confini;

La questione riguardava l'accertamento di un confine di proprietà di un terreno privato posto in comunità montana, a ridosso di strada privata.
La circolazione dei veicoli risultava impedita dal comproprietario della strada che parcheggiando senza criterio diversi veicoli, occupava oltre la metà della stessa strada impedendo l'accesso.
Interrogato il tecnico comunale circa eventuali patti intervenuti con i proprietari della strada e circa l'eventualità di donare la strada stessa al comune perchè se ne occupasse, sia a livello di manutenzione stradale, che a livello di fognatura e illuminazione, non si ricavava la soluzione.
Veniva conferito l'incarico ad un tecnico-architetto urbanista per accedere alla conservatoria dei registri immobiliari onde conoscere eventuali confini incerti tra le proprietà.
A seguito puntuale esame delle note di trascrizione -conservatoria- nonchè di una scrittura privata, allegata peraltro ad un rogito che non possedeva quote della strada, veniva raggiunto un risultato.
la scrittura privata prevedeva la pattuizione col comune, che sarebbe divenuto proprietario della stessa qualora fosse divenuta di pubblica utilità.
Il comune dichiarava di non esercitare il proprio diritto perchè già proprietario di una carrabile posta a fianco.
Il proprietario, nostro assistito, a titolo transativo, comunicava tramite RR al vicino di fronte di voler apporre un cippo- segnale di confine, per evitare il parcheggio indiscriminato e delimitare in ogni caso la sua proprietà.
La questione sembra risolta.

22. Mag, 2017

Violazione di distanze

La causa instaurata presso un Tribunale Italiano ha riguardato un'azione di accertamento e risarcimento per violazione delle distanze edilizie tra confinanti
Il Giudice ha autorizzato la nomina di un consulente tecnico d'ufficio che a mezzo di misurazioni ha confermato la tesi attorea- proposta dallo studio legale Galimberti- e quindi evidenziato i cospicui importi di risarcimento spettanti agli attori.L'Avv. Galimberti ha intavolato un rapporto conciliativo con i convenuti, che sarebbero stati soccombenti in un eventuale sentenza del giudicante, ottenendo così il pagamento degli importi evidenziati dal consulente del Giudice, nonchè le spese legali e di consulenze tecniche, sempre a carico dei convenuti.

11. Ott, 2017

Servitù coattiva di acqua e/o di acquedotto

Il cliente ha acquistato un terreno intercluso con servitù attiva di passaggio senza acqua potabile.I vicini si oppongono all'apposizione del contatore idrico ed al passaggio delle tubazioni.Dopo una lunga mediazione, lo studio legale Galimberti è costretto ad instaurare presso il Tribunale di competenza una causa per accertamento e costituzione di servitù coattiva di acquedotto in favore del fondo privo d'acqua.La causa vede vittorioso il cliente dopo una difficile transazione con la controparte conclusasi in via transattiva per merito dello studio legale Galimberti

11. Ott, 2017

Ricorso per separazione giudiziale

Ricorso per separazione giudiziale richiesta dalla moglie al cliente dello studio legale Galimberti. La ricorrente soffre di gravi disturbi emotivi e non sopporta la presenza del marito in casa. Per poter meglio gestire i rapporti relativi ai due figli minori, lo studio legale Galimberti consiglia la trasformazione della separazione giudiziale in consensuale direttamente davanti al Presidente del Tribunale ottenendo l'affido condiviso dei figli, un assegno di mantenimento solo ai figli in misura ridotta per consentire al padre di acquisire un'abitazione dignitosa per sé stesso.L'abitazione coniugale viene assegnata alla madre affidatari a dei minori, con la prospettiva di una vendita della stessa in caso di future difficoltà economiche e comunque in sede divorzile.

11. Ott, 2017

Amministrazione di sostegno opposta e successione

Transazione tra eredi:problemi tra famigliari per la cura ed assistenza di un parente disabile portano uno di essi al deposito di un ricorso per la nomina di un amministratore di sostegno.Il Giudice Tutelare accoglie e nomina un amministratore esterno alla famiglia.lo studio legale Galimberti è stato nominato per dirimere le questioni relative alla mancanza di concordia tra i futuri eredi e la gestione dei rapporti con l'amministratore di sostegno.Il disabile muore, e lo studio deve intervenire nuovamente per dirimere le questioni relative al pagamento delle spese di ogni dalle funerarie, alle condominiali..nonchè gestire, sempre in via transattiva e senza ricorso al tribunale, la successione del de cuius.La successione non presenta difficoltà nella divisione dell'asse ereditario, che viene equamente divisa dal testamento olografo del defunto depositato presso uno studio notarile al momento del ritrovamento; le difficoltà nascono dalla gestione delle spese che comunque sorgono dagli immobili ereditati, dalla gestione dei rapporti bancari, dal riconoscimento del dovuto agli eredi che hanno provveduto a pagare in solido tributi e altro, prima di aver acquisito le somme portate dall'eredità.Lo studio legale Galimberti si sta occupando di gestire totalmente le problematiche famigliari evitando una inutile, costosa e lunghissima causa di successione..

11. Ott, 2017

Separazione giudiziale con straniero

La cliente si era sposata in un paese della Comunità Europea con uno straniero di origine nordafricana.Tornata in Italia regolarizzava il matrimonio anche presso le nostre Istituzioni. Alla nascita del figlio sorgono gravi problemi di convivenza, il marito ritorna nel paese europeo di provenienza minacciando di rapire il figlio.
Lo studio legale Galimberti deposita un ricorso per separazione giudiziale, notificando al marito con Protocollo della CEU, una traduzione giurata del ricorso in lingua inglese.Il Presidente del Tribunale adito, in contumacia dello straniero, concede alla ricorrente l'affido esclusivo del figlio, ed al padre l'obbligo di visita solo ed esclusivamente presso strutture autorizzate, il mantenimento pur accordato non è mai stato versato dal padre. Attualmente siamo in fase di deposito del ricorso divorzile, resosi urgente dalla richiesta del marito di rinnovo passaporto e quindi dal pericolo che sul documento venga inserito il figlio per l'espatrio. Il consiglio dello studio legale Galimberti è sicuramente per radicare nuovamente il ricorso presso un Tribunale Italiano per miglior tutela del minore.....

Shoah

Il 27 gennaio 2018 è stato inaugurato il "Bosco della Memoria" in Via Enesto Messa(Partigiano) a Monza, per commemorare  la Shoah.

Il bosco si snoda in vari sentieri percorribili a piedi, accompagnati da 92 alberi circondati da un cerchio in ferro riportante il nome di un Deportato nei campi nazisti o di un Partigiano sacrificato per la libertà del nostro Paese.

Particolarmente emotiva la frase incisa nel monumento al centro del parco, di Bertolt Brecht:

"E voi imparate che occorre vedere e non guardare in aria, occorre agire e non parlare.

Questo mostro stava una volta, per governare il mondo.I Popoli lo spensero, ma ora non cantiamo vittoria troppo presto: il grembo da cui nacque è ancor fecondo."