Avv. Claudia Galimberti

Il Testamento Biologico

Il Testamento  Biologico ha la funzione di raccogliere le nostre volontà circa la libera determinazione nel fine vita.

Il Diritto Umano di scegliere tra tutte le cure disponibili e la possibilità di rifiutarle tutte.

Il rispetto dei principi della Persona e delle sue scelte nel pieno possesso delle facoltà mentali.

Le disposizioni contenute in questo documento che verrà redatto con l'assistenza dell'avvocato

avranno valore anche nell'ipotesi in cui, in futuro possa accadere di perdere la capacità

decisionale.

Il Testamento Biologico comunicherà esattamente ai medici curanti le mie disposizioni relative allescelte da intraprendere riguardo ad una malattia incurabile.

Lo studio legale potra' ccuparsi della stesura del documento e della nomina di un fiduciario e dei 

testimoni presenti all'atto, al momento della firma e del deposito presso lo studio stesso.

"Quella del fine vita è una questione di liberta', di rispetto della volontà, di dignità del vivere 

e del morire che deve essere lasciata quanto piu' possibile alla scelta di ciascuno".

La frase è estratta dal discorso pronunciato da quattro Senatori a vita: la biologa Elena Cattaneo, l'economista Mario Monti, l'architetto Renzo piano e il fisico Carlo Rubbia.

I Disegni di Legge depositati e la Legge 219/17, introducono una normativa contraria all'autodeterminazione della propria esistenza.

Nel mese di settembre 2019, a Monza si è svolto un convegno dal titolo "Vivere liberi fino alla fine?" IL caso Cappato dalla morte del Dj Fabo alla Consulta.

L'On.Cappato ha dichiarato che la vita "e' un diritto".

Di parere contrario l'Episcopato Italiano che ha sentenziato "la vita è un dovere".

La Corte Costituzionale a breve dovrà pronunciarsi sulla costituzionalità dell'art.580 del codice penale-istigazione al suicidio- che vede l'On. Cappato rischiare da 5 a 12 anni di carcere per gli atti noti commessi, di accompagnamento al suicidio.

La Corte Costituzionale si è pronunciata sul caso Cappato-26 settembre 2019- dichiarando l'assoluzione dell'On. Cappato sull'aiuto al suicidio del Dj Fabo nel 2014.

Estratto: "..non è sempre punibile chi aiuta al suicidio. E' non punibile a condizione che l'agevolazione all'esecuzione del proposito di suicidio sia quella di un malato irreversibile, pienamente capace di prendere decisioni libere e consapevoli. La sentenza non è riferibile all'Eutanasia, ma al suicidio assistito.

Il Parlamento dal 1975, non ha ancora legiferato in materia di Eutanasia.

L'Eutanasia passiva da gennaio 2018 è regolata dalla legge sul Testamento biologico. L'Eutanasia attiva, praticata dal medico che assiste ed il suicidio assistito soino ad oggi erano illegali.

Quanto deciso sta sollevando opinioni contrastanti in Italia, dove ci si appresta ad introdurre le Linee Guida della sentenza della Corte Costituzionale al Parlamento.

 

 

 

Buddha Sakyamuni

La luce del Sole
Lo yoga: www.sathyayoga.academy/

Il vegetarianesimo:
https://www.ilgiornaledelcibo-it/origini-del-vegetarianesimo/